Autore:

Gianni Caso

Congiuntivite allergica – Cosa fare se

29 maggio 2011

Di cosa si tratta

 

E’ l’infiammazione della congiuntiva, cioè della mucosa che riveste la superficie interna delle palpebre e la parte anteriore del bulbo oculare, causata da un’allergia ad una determinata sostanza, detta allergene (v. anche “Bambino allergico”). Può presentarsi periodicamente in determinati periodi dell’anno, o, meno frequentemente, indipendentemente dalla stagione.

Nel primo caso (congiuntivite stagionale), la causa di gran lunga più frequente è l’allergia a pollini (v. scheda), per cui molto spesso si associa anche una rinite allergica (v. cheda).

Da ricordare il fatto che esistono forme stagionali di congiuntivite (congiuntivite primaverile), clinicamente simili alla congiuntivite allergica, la cui causa non è di fatto un’allergia, ma una più generica ipersensibilità (cioè una sensibilità eccessiva) a fattori fisici, come la luce del sole, l’aria, le sostanze iritanti.

Per i casi non stagionali, possono essere in causa l’allergia al gatto o al pelo di altri animali, meno frequentemente altri allergeni ambientali (v. schede relative), ma anche sostanze utilizzate per il trucco (mascara, profumi, ecc.).

Pages: 1 2 3 4

Se volete approfondire un argomento, utilizzate il nostro motore di ricerca, che vi proporrà tutti gli articoli di amicopediatra.it in cui l'argomento è trattato.



Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Pediatra. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica e revisione continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. amicopediatra.it non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.