​​

Amico Pediatra è un sito di informazioni complete, accurate e autorevoli sulla salute del bambino. I contenuti sono scritti esclusivamente da medici pediatri e da professionisti qualificati in ambito medico-sanitario.

Ferite penetranti

piede di bambino con profonda ferita

Cos’è una ferita penetrante

La ferita penetrante è profonda e stretta, poiché è causata a un oggetto sottile ed appuntito (tipica ad esempio è la ferita al piede causata da un chiodo). Il sanguinamento spesso è scarso o manca del tutto. Questo fatto, insieme alla rapidità di chiusura del foro superficiale di entrata, fa sì che la queste ferite si infettino con una certa facilità. Temibili complicazioni di queste ferite sono anche il tetano, se il bambino non è correttamente vaccinato, e il botulismo. Particolarmente pericolose le ferite della palpebra superiore, dovute in genere alla punta di una matita, per il rischio di complicarsi con una cellulite orbitale.

Cosa fare

  • Immergete la parte in acqua calda e sapone liquido per circa 15 minuti, per favorire la circolazione del sangue e la pulizia della ferita.
  • Tagliate i frammenti di pelle staccata.
  • Se riuscite, fate sanguinare per un po’ la ferita.
  • Applicate un cerotto e una pomata antibiotica, in modo da mantenere aperta la ferita il più a lungo possibile.

Quando consultare il medico

Consultate il medico o recatevi in Pronto Soccorso immediatamente se:

  • la ferita è stata causata da un oggetto sporco o la pelle al momento della ferita era molto sporca;
  • l’oggetto che ha causato la ferita ha attraversato la suola della scarpa;
  • nella ferita sono rimasti dei frammenti di sporco o la punta dell’oggetto;
  • la ferita è localizzata alla testa, al torace, all’addome, o in corrispondenza di un’articolazione;
  • la ferita necessita di punti di sutura.

Chiamate il medico entro le 24 ore se:

  • il bambino non è coperto dalla vaccinazione contro il tetano (controllate il certificato delle vaccinazioni).

Chiamate il medico successivamente se:

  • la ferita sembra infettarsi.