Autore:

Gianni Caso

Raccogliere le feci per la coprocoltura – Come si fa

27 aprile 2011

Se il pediatra ha prescritto una coprocoltura (che è un esame delle feci atto ad identificare la presenza di virus o batteri causa di diarrea), occorre raccogliere le feci in modo corretto (per far si che il laboratorio possa identificare tutti i germi presenti)

  1. Acquistate in farmacia o ritirare in laboratorio un contenitore per la raccolta delle feci (il tappo presenta all’interno una piccola paletta per agevolare la raccolta delle feci), oppure utilizzate un barattolo pulito a bocca larga.
    Il laboratorio spesso fornisce anche un tampone (ossia un bastoncino che presenta ad un’estremità del cotone, ed un tubicino contenente una sostanza gelatinosa)
  2. Fate scaricare il bambino su una superficie pulita (vasino ben lavato, pannolino)
  3. Trasferite nel barattolo una quantità di feci pari ad un cucchiaio (se si dispone anche di un tampone, intingerlo nelle feci e poi inserirlo nell’apposito contenitore)
  4. Consegnate il/i contenitore/i immediatamente (entro al massimo 2 ore da quando le feci sono state scaricate) (concordare gli orari con il laboratorio). Se ciò non è possibile, solo se è stato effettuato anche il tampone, i campioni possono essere consegnati entro 12 ore (nel frattempo vanno conservati in frigorifero, non nel congelatore).

Se volete approfondire un argomento, utilizzate il nostro motore di ricerca, che vi proporrà tutti gli articoli di amicopediatra.it in cui l'argomento è trattato.



Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Pediatra. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica e revisione continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. amicopediatra.it non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.