​​

Informazioni e consigli sulla crescita e la salute del bambino, scritti esclusivamente da medici pediatri e professionisti qualificati.

Ittero (pelle gialla)

primo piano volto neonato affetto da ittero

Cos’è l’ittero

E’ la colorazione gialla della pelle e delle sclere (la parte bianca degli occhi), dovuta all’accumulo nel sangue e nella pelle di bilirubina, un pigmento che deriva dalla normale distruzione dei globuli rossi e che viene smaltito dal fegato.

La bilirubina che si produce dalla degradazione dell’emoglobina viene definita bilirubina indiretta o non coniugata e viene trasportata nel sangue legata all’albumina fino al fegato dove subisce una trasformazione ad opera di un enzima e viene poi rilasciata nella bile sotto forma di bilirubina diretta o coniugata ed eliminata per la maggior parte con le feci.

L’ittero comincia a manifestarsi quando la bilirubina supera i 3 mg per decilitro e diventa clinicamente evidente per valori di bilirubina maggiori di 5-7 mg/dl.

E’ abbastanza frequente nei primi giorni di vita (60% dei neonati a termine e 80% dei neonati prematuri), mentre nelle età successive può dipendere da molte cause, tra cui l’epatite (l’infezione del fegato). Richiede comunque sempre una valutazione del medico.

I sintomi dell’ittero

L’ittero può essere diffuso su tutta la pelle, che appare più o meno gialla a seconda del livello nel sangue della bilirubina, oppure essere visibile solo a livello delle sclere (la parte bianca del bulbo oculare) e alla mucosa della bocca (subittero).

Possono essere presenti anomalie del colore delle feci (feci bianche) o delle urine (urine marroni).

neonato affetto da ittero dorme tranquillo

Quando consultare il medico

Consultate il medico immediatamente se:

  • il bambino ha vomitato sangue;
  • è confuso o fa fatica a svegliarsi;
  • sembra stare molto male.

Consultate il medico senza urgenza in tutti gli altri casi.

Nell’attesa, raccogliete comunque un campione di urine in un contenitore pulito o, se il bambino è piccolo, in un sacchetto apposito; probabilmente il pediatra eseguirà uno stix urine (con strisce reattive che consentono un primo esame delle urine in studio) o prescriverà un esame  delle urine in laboratorio.

La carotenemia, ovvero… un falso ittero

La carotenemia si verifica in bambini sotto i due anni, che mangiano molte verdure o frutta di colore giallo (carote soprattutto, da cui deriva, appunto, il termine, ma anche arance, albicocche, pesche); la pelle assume un colorito giallo-arancione (le sclere però restano bianche!).

Si tratta di un fenomeno del tutto innocuo e temporaneo: il colore della pelle ritornerà normale entro 3-4 settimane dalla riduzione dell’assunzione dei vegetali gialli.

Pediatra libero professionista a Bergamo. Tutor di Pediatria per il corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia – Università degli Studi di Milano Bicocca.

Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Pediatra. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica e revisione continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. amicopediatra.it non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.