​​

Amico Pediatra è un sito di informazioni complete, accurate e autorevoli sulla salute del bambino. I contenuti sono scritti esclusivamente da medici pediatri e da professionisti qualificati in ambito medico-sanitario.

Sinechie delle piccole labbra nelle bambine: cosa fare

Con il termine medico di sinechie delle piccole labbra si intende la fusione, parziale o totale delle piccole labbra che fanno parte dell’organo genitale esterno femminile.

In parole più semplici (quelle che potremmo utilizzare per spiegarci con una bambina) la “farfallina” è chiusa.

In alcuni casi questa fusione può quasi completamente chiudere l’apertura vaginale, lasciando solo un piccolissimo spazio da cui fuoriesce l’urina, mentre l’ingresso vaginale e l’imene non sono visibili.

E’ una patologia generalmente benigna che tende alla risoluzione completa e spontanea alla pubertà.

Per gentile concessione di The Hospital for Sick Children, Toronto – Canada

Le cause delle sinechie

Bassi livelli di estrogeni

In alcune bambine predisposte, la scomparsa degli estrogeni materni, che avviene progressivamente dopo la nascita, provoca una secchezza cutanea che a sua volta favorisce la fusione delle piccole labbra.

Fattori infiammatori locali

Possono anche esserne la causa fattori infiammatori locali: scarsa igiene, ristagno di feci e di urine, dermatite nella zona del pannolino, uso di detergenti aggressivi, indumenti sintetici o poco traspiranti.

Qual è l’età più colpita

Proprio perché il basso livello di estrogeni è molto importante quale fattore predisponente, l’età più interessata è quella che va dai sei mesi di vita (quando gli estrogeni materni non sono più presenti) fino ai 7-8 anni (quando inizia la pubertà), con un picco di maggiore incidenza tra il primo ed il secondo anno di vita.

Nessuna  bambina alla nascita o alla pubertà presenta invece sinechie perché gli estrogeni (quelli che provengono dalla madre nel caso dei neonati, e quelli normalmente prodotti durante l’adolescenza) svolgono un ruolo protettivo.

Come riconoscerle, quali sono i sintomi

Come riconoscerle

Proprio perché molto spesso sono totalmente asintomatiche, le sinechie possono non essere individuate se non si pratica un’ispezione dei genitali: vengono notate occasionalmente da un genitore durante il cambio del pannolino oppure dal pediatra durante le visite periodiche ai bilanci di salute che prevedono, tra i vari controlli, anche quello dei genitali.

In caso di sinechie, tra le piccole labbra che aderiscono tra di loro si può intravvedere solo una piccola linea centrale.

Quali sono i sintomi

Se la fusione è parziale non è presente alcun sintomo.

Nei rari casi in cui le sinechie sono serrate o complete, è possibile che si verifichi un ristagno di urine e quindi un aumento del rischio di infezioni delle vie urinarie. Raramente è presente dolore in regione genitale, dovuto al fatto la pipì deve essere fatta sotto pressione per vincere la resistenza dovuta al passaggio più ristretto.

A volte la bambina più grandicella assume delle posizioni particolari quando urina per evitare di bagnarsi e può presentare dolore (e raramente anche sanguinamento) durante l’esecuzione di esercizi di ginnastica che prevedono la divaricazione forzata delle gambe.

Nel caso sia presente anche prurito è necessaria un’ attenta valutazione perché a volte le sinechie sono associate ad una patologia dermatologica chiamata lichen scleroatrofico, in cui la mucosa dei genitali si presenta sottile, atrofica e biancastra.

Possibili complicanze

Solo raramente una fusione totale può portare ad alcune complicanze:

  • infezioni delle vie urinarie;
  • dolore o infiammazione nell’area genitale;
  • perdita di urina tra una minzione e l’altra (una parte di urina resta infatti “intrappolata” nella vagina mentre la bambina fa pipì e fuoriesce successivamente).

Terapia delle sinechie

La terapia delle sinechie sarà definita dal Pediatra in base alla gravità della patologia e della sintomatologia associata.

Olio a base di vitamina E o germe di grano

Nei casi più lievi è possibile non fare niente ed attendere la risoluzione spontanea, applicando solo un olio a base di vitamina E o di germe di grano, cercando delicatamente di aprire le labbra.

Crema contenente estrogeni

Nei casi più severi invece è consigliabile applicare localmente con un cotton fioc sulla linea di fusione centrale delle piccole labbra una crema contenente estrogeni (Estriolo 0,01%) una volta al giorno per un periodo di 2-4 settimane, continuando ancora per pochi  giorni dopo l’apertura.

Non è consigliabile proseguire la terapia con estrogeni per più di sei settimane, mentre a volte è necessario praticare più di un ciclo.

Raramente con l’uso degli estrogeni possono essere presenti effetti collaterali quali irritazione attorno all’area genitale, una temporanea pigmentazione scura della stessa area, un piccolo sanguinamento al termine della terapia. Queste manifestazioni sono comunque non gravi e di breve durata e si risolvono spontaneamente.

Poiché spesso al termine del trattamento la fusione può ripresentarsi, è molto importante applicare l’olio per evitare la secchezza, continuando con una quotidiana e delicata manovra di apertura delle piccole labbra anche per alcuni mesi dopo che si è ottenuta l’apertura delle labbra con estrogeni.

Terapia chirurgica

Né una brusca manovra di apertura delle sinechie, né la terapia chirurgica trovano indicazioni nel trattamento della maggior parte delle sinechie. E’ importante ricordare che occorre evitare brusche manovre di apertura delle sinechie: potrebbero creare dolorose lesioni traumatiche alle piccole labbra.

Solo ed esclusivamente in presenza di sinechie serrate e di una grave sintomatologia acuta è necessario procedere allo “scollamento” chirurgico (generalmente in regime ambulatoriale o, talvolta, di day-hospital), dopo aver applicato una crema anestetica locale.

Prevenzione delle recidive

Per prevenire inoltre le possibili recidive è necessaria una accurata igiene, utilizzando detergenti particolarmente delicati ed evitando il ristagno di urine e feci nei pannolini.

Effetti sull’attività sessuale e la fertilità in età adulta

E’ importante ricordare che la fusione delle piccole labbra, anche se si ripresenta più volte, è una patologia benigna e non avrà conseguenze sulla futura attività sessuale o sulla fertilità.

Pediatra di Famiglia a Santa Maria Capua Vetere (CE) – ASL Caserta – Regione Campania

Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Pediatra. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica e revisione continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. amicopediatra.it non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.