​​

Amico Pediatra è un sito di informazioni complete, accurate e autorevoli sulla salute del bambino. I contenuti sono scritti esclusivamente da medici pediatri e da professionisti qualificati in ambito medico-sanitario.

Come (e quando) indossare la mascherina per difendersi dalle infezioni

Per limitare la trasmissione da persona a persona (e quindi la diffusione nella popolazione) delle infezioni virali e batteriche che si trasmettono abitualmente attraverso le goccioline emesse nell’ambiente con la tosse, gli starnuti e anche solo parlando (come nel caso del coronavirus 2019-nCoV responsabile dell’attuale epidemia) è fondamentale adottare alcune precauzioni:

  • lavarsi le mani frequentemente o in mancanza d’acqua utilizzare i disinfettanti in gel;
  • coprire naso e bocca quando si tossisce o si starnutisce, meglio con l’avambraccio o il gomito o un fazzoletto usa e getta, che va poi gettato nella spazzatura;
  • evitare se possibile  il contatto stretto con persone affette da sintomi respiratori;
  • arieggiare frequentemente gli ambienti chiusi, soprattutto dopo che vi sono transitati soggetti con sintomi respiratori, compresi gli ambienti domestici.

Si tratta di misure semplici ma molto efficaci, che è sempre bene rispettare.

Quando serve indossare una mascherina chirurgica

In aggiunta a tali fondamentali precauzioni, indossare una mascherina chirurgica è utile soprattutto per evitare di trasmettere virus e batteri ad altri, ed è indicato in particolari situazioni  a rischio:

  • epidemie in corso da virus o batteri trasmessi per via respiratoria, soprattutto in ambienti affollati e frequentati da viaggiatori – come aeroporti, stazioni ferroviarie, metropolitana, navi  passeggeri – o nei Pronto Soccorso, ecc.;
  • contatto con neonati o persone debilitate o con sistema immunitario deficitario mentre si è affetti da un’infezione respiratoria;
  • contatto con persone affette da disturbi respiratori mentre ci si trova in condizioni di depressione immunitaria.

Che tipo di maschera utilizzare

Per un impiego quotidiano, vanno bene le classiche mascherine chirurgiche in tessuto non tessuto, di colore verde o azzurro. Non vanno bene invece garze o teli di cotone. Le mascherine dotate di respiratore hanno una capacità filtrante maggiore, ma sono molto faticose da indossare.

Come utilizzare una mascherina

E’ importante ricordare che l’utilizzo della mascherina:

  • è del tutto inutile se non è accompagnato dalle altre precauzioni di igiene personale di cui si è detto;
  • è inutile o addirittura controproducente se non vengono rispettate alcune regole di utilizzo.

Ecco come utilizzare correttamente la mascherina.

  • Lavate le mani con acqua e sapone prima di applicare la mascherina.
  • Applicate la mascherina in modo che copra il più possibile bocca e naso e aderisca il più possibile alla pelle per ridurre al massimo lo spazio tra il viso e la mascherina.
  • Mentre la indossate, non toccatela con le mani.
  • Quando la rimuovete, fatelo senza toccarne la parte che ricopre il viso, ma prendendola dai lacci con cui è legata o ancorata al capo o alle orecchie.
  • Dopo averla rimossa, o comunque ogni qualvolta inavvertitamente la tocchiate, lavatevi le mani o disinfettatele con un disinfettante idroalcolico.
  • Cambiate la maschera ogni volta che diviene umida o si rompe.
  • Non riutilizzate una maschera usata.
  • Gettate la maschera usata direttamente in una pattumiera, senza appoggiarla su mobili o indumenti.
  • Non condividete la maschera con nessuno.