Informazioni e consigli sulla crescita e la salute del bambino,
solo da medici pediatri e professionisti qualificati.

Informazioni sulla crescita e la salute del bambino,
solo da medici pediatri e professionisti qualificati.

Come insegnare ai bambini a soffiare il naso

Mantenere il naso dei bambini libero dal muco è molto importante: contribuisce a prevenire alcune complicanze tipiche delle infezioni respiratorie (come tosse, difficoltà respiratoria nasale, otiti) che frequentemente colpiscono i bambini nei primi anni di vita, dovute appunto al ristagno di muco infetto.

Quando iniziare ad insegnare ai bambini a soffiare il naso

Quando i bambini sono piccoli, la pulizia del naso deve essere fatta con lavaggi nasali ed aspiratore nasale.

A partire dai 2-3 anni è possibile iniziare ad insegnare ai bambini a soffiare il naso nel fazzoletto.

Molti bambini imparano abbastanza facilmente, ma altri (anche più grandi) sembrano non voler proprio collaborare o imparare.

Siate fiduciosi: con l’esempio di mamma e papà, molta pazienza, ed un pizzico di fantasia, ci riusciranno!

Come insegnare ai bambini a soffiare il naso

Diciamo subito che la tecnica più efficace è soffiare una narice alla volta, tenendo la bocca chiusa.

Cominciate quando il bambino è disponibile e non è raffreddato.

Ecco alcuni consigli per aiutare il vostro bambino ad imparare a soffiare il naso, giocando.

Prima occorre imparare a soffiare con la bocca

  • Iniziate con insegnargli prima a soffiare con la bocca (bolle di sapone, candeline, girandola colorata…); quando ha imparato bene a soffiare con la bocca, passate al naso.

Fate vedere come si fa

  • Chiudete una delle vostre narici con un dito, mettete la manina del vostro bambino sotto la narice libera e soffiate delicatamente in modo da fargli sentire “il vento” che viene dalla vostra narice libera.
  • Allo stesso modo, potete mettere un pezzetto di carta velina colorata e farlo muovere con l’aria in uscita dalla narice libera

Soffiare il naso è un gioco da bambini

  • Mettere una pallina da ping pong su un tavolo e cercare farla muovere soffiando dal naso: vince un premio chi arriva prima al traguardo o segna un gol.
  • Fare le bolle di sapone, ma soffiando con il naso.
  • Mettere uno specchietto infrangibile sotto la narice e “fare il drago” che soffia il fumo sul vetro.
  • Mettere pezzetti di carta velina colorata vicino al naso e farli danzare con l’aria che esce dalle narici.
  • Se il vostro bambino è capace di stare sott’acqua, soffiando con il naso può fare delle bolle sott’acqua (provocate da un vulcano o una creatura marina!).
  • Se avete un microfono con un piccolo amplificatore provate a metterlo sotto il naso e fategli sentire il suono dell’aria che esce dalle narici.

Pediatra di Famiglia a Santa Maria Capua Vetere (CE) – ASL Caserta – Regione Campania

Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Pediatra. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica e revisione continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. amicopediatra.it non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.