​​

Informazioni e consigli sulla crescita e la salute del bambino, scritti esclusivamente da medici pediatri e professionisti qualificati.

Bambino in sovrappeso? Ecco cosa possono fare i genitori

Le ricerche mediche hanno dimostrato senza ombra di dubbio che i bambini in sovrappeso:

  • hanno in generale una peggiore condizione di salute, sia durante la crescita, sia in età adulta;
  • riescono meno bene negli sport e nello studio;
  • hanno un’autostima più bassa;
  • avranno problemi psicologici da adolescenti e da adulti con maggiore frequenza rispetto ai bambini con peso normale.

Quando un bambino è in sovrappeso?

Molti genitori e nonni trovano una certa difficoltà ad ammettere che il proprio bambino o nipotino sia in sovrappeso. Preferiscono pensare che sia un “po’ robusto” o “paffutello” ma non così tanto da doverlo considerare in sovrappeso.

Il sovrappeso e l’obesità sono invece condizioni gravi, che devono essere prontamente individuate e corrette.

Amico Pediatra ha realizzato uno strumento di facile utilizzo e sicuro che permette di controllare in pochi minuti se il proprio bambino e gli altri componenti della famiglia hanno un peso normale o sono in sovrappeso.

Sesso*

10.4Sottopeso
10.4Normale
10.4Sovrappeso
10.4Obeso

Il calcolatore del BMI di Amico Pediatra è uno strumento affidabile e sicuro. Tuttavia, solo il pediatra o il medico curante possono valutare se un eventuale eccesso o carenza di peso rappresentino un rischio per la salute, sulla base non solo del BMI ma anche di altri fattori quali costituzione, familiarità, attività fisica, alimentazione e altro.

Utilizzatelo per un controllo periodico. Ci vogliono solo pochi secondi per avere una chiara visualizzazione della situazione del peso di tutti i componenti della famiglia dai 2 anni in su!

Cosa possono fare i genitori per aiutare i figli in sovrappeso

I genitori possono fare molto per aiutare i figli in sovrappeso a raggiungere un peso compatibile con una crescita ottimale.

Se il vostro bambino bambino è in sovrappeso la cosa va presa sul serio, ma senza fare drammi. Con l’aiuto del pediatra e di genitori  consapevoli  i bambini possono riprendere abbastanza  velocemente il loro peso forma con 2 accorgimenti fondamentali:

  1. aumentare l’attività fisica;
  2. mangiare in modo sano ed equilibrato.

Facile a dirsi,  ma come fare in pratica?

Se si vogliono ottenere buoni risultati e mantenerli nel tempo ci sono alcune cose che i genitori dovrebbero sempre fare per  aiutare i propri bambini.

Essere un buon modello per loro

I bambini imparano dall’esempio degli adulti; un modo per promuovere buone abitudini è quello di metterle in pratica come genitori. Si possono incoraggiare i bambini a mangiare in modo sano e praticare attività fisica in modo regolare solo se gli adulti lo fanno a loro volta . E’ difficile far passare questi messaggi quando i genitori consumano i loro pasti frettolosamente e passano la maggior parte del tempo libero guardando la TV, messaggiando con il cellulare o navigando in internet.

Organizzare le giornate in modo che i bambini svolgano attività fisica almeno  60 minuti al giorno

Inserire attività fisiche regolari  può essere più stimolante per i bambini se vengono svolte con la famiglia.

Organizzare passeggiate o giochi all’aria aperta con i bambini, portarli in piscina o praticare qualsiasi altra attività sportiva con loro fa passare il messaggio che fare attività fisica è divertente ed è un bel mondo per passare insieme il proprio tempo libero.

I bambini in sovrappeso non hanno bisogno di fare più attività fisica dei bambini magri. Il fatto di essere in sovrappeso fa consumare in modo naturale più calorie svolgendo la stessa attività fisica dei bambini con peso corretto.
Tutti i bambini dovrebbero avere l’obiettivo di praticare almeno 60 minuti di attività fisica al giorno per mantenere uno stato di buona salute ma non è necessario fare questi 60 minuti tutti insieme; muoversi per alcuni  minuti  più volte al giorno è utile allo stesso modo.

I bambini più piccoli lo possono fare giocando con la palla, il triciclo, la biciclettina senza pedali, o arrampicandosi  sui giochi presenti nei parchi.
I bambini più grandi andando a scuola a piedi quando è possibile, utilizzando la bicicletta o lo skateboard, nuotando, danzando o praticando lo sport verso cui si sentono più portati.
Percorrere a piedi o in bicicletta piccole distanze invece di usare la macchina può essere un ottimo esempio che i genitori possono dare ai propri bambini.

Proporre ai bambini porzioni adeguate di cibo

E’ importante evitare di proporre porzioni abbondanti ai bambini. Non è necessario passare la giornata a pesare il cibo ci si può arrivare con il semplice buon senso.

Buone regole generali per promuovere corrette abitudini:

  • far bere acqua in abbondanza prima di iniziare i pasti;
  • iniziare i pasti con una piccola porzione e lasciare che sia il bambino a chiedere altro cibo se ha ancora fame;
  • non chiedere ai bambini di finire quello che hanno nel piatto e non forzarli a mangiare contro voglia;
  • evitare di usare i piatti e le scodelle degli  adulti per i bambini piccoli; questo li spinge a mangiare porzioni più abbondanti del dovuto;
  • evitare di mangiare di fretta e invitare i bambini a mangiare lentamente e a masticare a lungo;
  • avere momenti predefiniti in cui si mangia ed evitare i fuori pasto;
  • evitare l’utilizzo di cellulari e tv durante i pasti e utilizzare questi momenti per condividere le esperienze vissute durante la giornata.

Far consumare cibi e bevande (compresi gli spuntini) di qualità

Se  è necessario apportare alcuni cambiamenti nelle abitudini alimentari e nello stile di vita di un bambino occorre essere consapevoli che questi cambiamenti devono essere graduali e devono coinvolgere l’intero nucleo familiare.

I bambini, come i genitori,  dovrebbero consumare almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno per garantire apporti adeguati di vitamine e sali minerali. La cosa non è così difficile come può sembrare se si consumano questi alimenti freschi ma anche surgelati o disidratati, sotto forma di frappé, spremute e frullati (senza zuccheri aggiunti!), in aggiunta allo yogurt e se si considera che anche i legumi fanno parte di questo gruppo. Vanno invece evitati i succhi di frutta addizionati di zucchero.

Gli adulti e i bambini dovrebbero evitare di consumare bevande gasate e zuccherate, cibi ad alto contenuto di grassi (come merendine, dolci e biscotti farciti): questi alimenti forniscono molte calorie e pochi nutrienti.

Genitori e bambini dovrebbero assumere la maggior parte delle calorie da cibi sani come frutta, verdura, pane, pasta, riso, patate, pesce, carne, uova e latte e abbandonare in modo deciso le bevande zuccherate a favore dell’acqua.

Se la famiglia incontra troppe difficoltà nell’introdurre cambiamenti nelle abitudini alimentari può farsi aiutare dal proprio pediatra o da un nutrizionista.

Se ritenete che il vostro bambino sia sovrappeso, rivolgetevi al vostro pediatra per valutare il grado di sovrappeso e per capire come migliorare alimentazione e attività fisica.

Pediatra Libero Professionista a Cantù (CO). Tutor di Pediatria per il corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia – Università degli Studi di Milano Bicocca.

Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Pediatra. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica e revisione continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. amicopediatra.it non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.