Informazioni e consigli sulla crescita e la salute del bambino,
solo da medici pediatri e professionisti qualificati.

Informazioni sulla crescita e la salute del bambino,
solo da medici pediatri e professionisti qualificati.

Come prevenire gli incidenti domestici del bambino nel primo anno di vita

neonato infila la mano nella ciotola mentre il cane sta mangiando

Cresce l’età, e cresce il grado di interazione tra bambino e ambiente: afferra, porta alla bocca, comincia a spostarsi, si aggrappa agli oggetti, inizia a camminare. Anche l’attenzione degli adulti deve crescere proporzionalmente. Ecco i consigli per aiutare i genitori a prevedere e prevenire i pericoli di incidenti domestici dei bambini nel primo anno di vita.

Pericoli
Come prevenire
Animali domestici

(trauma, ferita)

  • Non lasciate mai solo il bambino piccolo in compagnia di un cane, soprattutto se di grossa taglia, o di un gatto.
Antiparassitari

(avvelenamento)

  • Non applicateli su superfici con cui il bambino può venire a contatto.
  • Non applicateli mentre il bambino è in giardino.
Anti-tarme

(avvelenamento)

  • Controllate sempre che non ne rotolino fuori dagli armadi quando li aprite. Non utilizzateli negli armadi della camera del bimbo.
Arriccia-capelli

(folgorazione)

  • Non lasciate apparecchi elettrici con la spina inserita o a portata di bambino.
Balconi

(trauma, ferita)

  • La balaustra deve essere sufficientemente alta, a sbarre verticali e non orizzontali, per non favorire la scalata del bambino; in caso contrario, provvedete a rialzarla o a rivestirla con una rete. La distanza tra una sbarra e l’altra e tra le sbarre e il pavimento deve essere tale da non consentire che il bambino vi si incastri con la testa.
  • Non lasciate sul balcone sedie, sgabelli, scalette, tavolini, biciclette, fioriere o quant’altro possa servire al bambino per scavalcare la balaustra.
  • Insegnate al bambino a non gettare oggetti giù dal balcone; comunque, applicate alla balaustra una rete protettiva a maglia fine.
Barbecue

(ustione)

  • Tenete lontano il bambino mentre utilizzate il barbecue.
  • Terminato l’utilizzo, spegnetelo e rendetelo inaccessibile al bambino. Non utilizzate alcool o altro liquido facilmente infiammabile per attizzare il fuoco.
  • Tenete sempre un estintore a portata di mano.
Box

(trauma, ferita)

  • Il box deve essere stabile (scuotendolo, non deve traballare).
  • Snodi e parti dure devono essere imbottiti.
  • La rete di rivestimento deve essere a maglie fitte (per evitare che vi si incastrino le dita del bambino), alta almeno 60 cm dal fondo
Caminetto

(usione)

  • Disponete davanti una recinzione o un parascintille per evitare che il bambino si ustioni.
  • Non lasciate giocattoli o oggetti infiammabili vicino al camino.
Carrozzina

(trauma, ferita)

  • Fate attenzione, quando il bambino è nella carrozzina, che sia in una posizione dove non corra il rischio di essere urtata.
Cotton fioc

(trauma)

  • Non utilizzateli per la pulizia delle orecchie del bambino.
Detersivi

(avvelenamento)

  • Non travasate un detersivo in bottiglie di bibite o di acqua minerale, neppure se ne specificate il contenuto con un’etichetta! Potreste sbagliarvi nella preparazione del latte.
Diserbanti

(avvelenamento)

  • Non applicateli su superfici con cui il bambino può venire a contatto.
  • Non applicateli mentre il bambino è in giardino
Elettrodomestici

(folgorazione)

  • Staccate la spina dopo averli usati.
  • Non lasciate il filo penzolante:il bambino potrebbe così tirarsi addosso l’apparecchio.
  • Non maneggiateli con le mani bagnate.
Fasciatoio

(trauma, ferita)

  • Non lasciate mai solo il bambino sul fasciatoio.
  • Disponetelo in un angolo della stanza.
Ferro da stiro

(ustione)

  • Non lasciatelo a raffreddare a terra o comunque dove il bambino può arrivare.
Finestre

(trauma, ferita)

  • State molto attenti quando vi affacciate alla finestra col bambino in braccio.
  • Non lasciate che questo venga fatto da un fratellino più grande.
Fornellino anti-zanzare

(avvelenamento)

  • Non lasciatelo in punti accessibili al bambino, che potrebbe ingerire la pastigliette.
Giochi

(soffocamento)

  • Se avete bambini piccoli, non lasciate (e non fate lasciare in giro dai fratelli più grandi) oggetti o giochi di piccole dimensioni o divisibili in piccoli frammenti, o comunque “non adatti a bambini di età inferiore a 36 mesi”.
Impianto di riscaldamento

(avvelenamento)

  • Preferibile quello centralizzato o autonomo, con caldaia esterna
  • Da evitare gli apparecchi a fiamma libera (stufe a kerosene, caldaiette interne a gas, stufe a legna, ecc.), perché consumano ossigeno e comportano il rischio di intossicazione da ossido di carbonio
  • Nel caso queste soluzioni siano inevitabili, rispettate accuratamente le raccomandazioni in termini di ricambio dell’aria e di manutenzione degli apparecchi, che vanno comunque posti in punti non accessibili al bambino e lontani da giocattoli, tendaggi e quant’altro possa facilmente prendere fuoco.
  • Tenete a disposizione per ogni evenienza e in buono stato di efficienza uno o più estintori a schiuma.
Impianto elettrico

(folgorazione)

  • Deve essere dotato di messa a terra e salvavita: se non lo è, adeguatelo alle norme vigentiLe prese vanno coperte con appositi “copripresa” (del tipo “a prova di bambino”).
  • Eventuali fili “volanti” debbono essere fatti passare in apposite canaline o fissati a muro, comunque non essere lasciati alla portata del bambino.
Infant-sit/sdraietta

(trauma, ferita)

  • Deve essere stabile e indeformabile, provvisto di piedini antiscivolo e cintura di sicurezza; alcuni sono provvisti di gancio di sicurezza anti-caduta.
Lettino

(trauma, ferita, soffocamento, ustione)

  • Passate il bambino dalla culla al lettino già dal 3° mese di vita.
  • La distanza tra le sbarre del lettino deve essere non inferiore a 6 cm e non superiore a 7,5 cm.
  • Le sponde del lettino devono avere un’altezza effettiva di almeno 60 cm e, se scorrevoli, devono possedere un sistema di regolazione munito di fermo di sicurezza; se completamente abbassate, devono avere un’altezza di almeno 20 cm oltre il materasso.
  • Abbassate le sponde e passate al letto normale non appena il bambino dimostra di riuscire a scavalcarle.
  • Evitate oggetti morbidi nei dintorni della testa (pelouches, paracolpi imbottiti, posizionatori per lattanti). Il cuscino “antisoffoco” non protegge!
  • Gli angoli del lettino devono essere arrotondati;
  • Il materassino deve essere delle stesse dimensioni del lettino, per evitare che il bambino vi resti intrappolato. In caso di modello “da campeggio”, assicuratevi che sia provvisto di blocco di sicurezza, che ne impedisca l’improvvisa chiusura.
  • Non lasciate che il bambino vada a letto con collane o corde, o sacchetti di plastica intorno al collo.
  • Fate dormire il bambino a pancia in su.
  • Pigiama, lenzuola e coperte devono essere fatti di tessuto non infiammabile.
  • Non coprite troppo il bambino. Tenete la testa scoperta. Non avvolgetelo stretto nelle coperte
Liquidi caldi

(ustione)

  • Non metteteli mai vicino ai bordi dei piani di lavoro.
  • Non bevete mai il caffè o il tè o la camomilla con il bambino in braccio.
  • Se state cucinando o portando in tavola qualcosa, separate la zona lavoro dalla zona gioco, ad esempio mediante un recinto mobile.
Medicinali

(avvelenamento)

  • Non lasciate confezioni di medicinali appena utilizzati  in luoghi accessibili.
Mela  

(soffocamento)

  • Non lasciate in mano al bambino piccolo uno spicchio di mela: potrebbe staccarsi un frammento e soffocarlo. Molto meglio la pera o la banana, di consistenza più molle.
Noccioline  

(soffocamento)

  • Non datele da mangiare al bambino di età inferiore a 3 anni; molto facilmente scivolano in gola, col rischio di soffocarlo.
  • Se avete anche un bambino più grandicello, raccomandategli di non mangiarle correndo o in auto.
Passeggino

(trauma, ferita)

  • Tenete il bambino legato con le cinture di sicurezza, anche quando è nel passeggino in casa (sia se dorme, sia se è sveglio).
  • Assicuratevi che, quando il bambino è nel passeggino in casa, sia in una posizione dove non rischia di essere urtato.
Phon

(folgorazione)

  •  Non lasciate apparecchi elettrici con la spina inserita o a portata di bambino.
Piante

(avvelenamento)

  • Molte piante, da appartamento e non, contengono sostanze dannose, per ingestione (avvelenamento, talora con conseguenze mortali anche per piccole quantità ingerite) o per contatto.
Recinzioni

(traumi, ferite)

  • La struttura deve essere a sbarre verticali, non troppo vicine né troppo lontane (per evitare che il bambino vi si incastri con la testa).
Scaldabagno a gas

(avvelenamento)

  • Evitatene se possibile l’installazione.
  • Se non ne potete fare a meno, seguite scrupolosamente le racomandazioni sul ricambio d’aria e sulla manutenzione.
Seggiolone

(traumi, ferite)

  • La struttura deve essere robusta e stabile, con ampia base di appoggio. Se richiudibile, deve essere provvisto di blocco di sicurezza (per evitare chiusure accidentali). Gli spigoli devono essere smussati e le viti incassate.
  • Eventuali ruote devono essere bloccabili con i freni.
  • Deve essere provvisto di cinture robuste e “di sicurezza” (cioè sganciabili solo con doppio movimento).
  • Quando il bambino siede sul seggiolone, agganciate le cinture.
Sigarette

(ustione, avvelenamento)

  • Non lasciate in giro mozziconi di sigaretta, soprattutto se accesi
Stufetta ad aria

(folgorazione)

  • Non lasciate apparecchi elettrici con la spina inserita o a portata di bambino.
  • Azionate la stufetta ad aria prima e non durante il bagno.
Talco

(soffocamento)

  • Riponetelo in luogo inaccessibile al bambino.
  • Non lasciatelo in mano al bambino durante e dopo il bagno.
Tavolo

(traume, ferita, ustione)

  • Non usate tovaglie ampie, cui il bambino possa attaccarsi e tirarsi così tutto addosso.
  • Mettete le pentole e gli alimenti caldi al centro.
Umidificatore

(ustione)

  • Preferite quelli a vapore freddo.
  • Collocatelo in punti non accessibili al bambino.
Vasca da bagno

(annegamento, ustione, trauma, ferita)

  • Non lasciate mai soli i bambini nella vasca da bagno (possono annegare in 10 cm d’acqua e in pochi secondi!).
  • Mettete sul fondo un tappetino o appositi adesivi antisdrucciolo. Attenzione all’uso degli oli da bagno: rendono il fondo della vasca molto scivoloso!
  • Regolate l’acqua del boiler ad una temperatura non superiore a 50°C.
  • Verificate sempre la temperatura dell’acqua prima del bagnetto.

Pediatra libero professionista a Bergamo. Tutor di Pediatria per il corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia – Università degli Studi di Milano Bicocca.

Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Pediatra. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica e revisione continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. amicopediatra.it non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.