Informazioni e consigli sulla crescita e la salute del bambino,
solo da medici pediatri e professionisti qualificati.

Informazioni sulla crescita e la salute del bambino,
solo da medici pediatri e professionisti qualificati.

Come scegliere giocattoli sicuri per il proprio bambino

I giocattoli sono importanti: aiutano il bambino a giocare e, quindi, a crescere.

Creare le condizioni migliori perché il nostro bambino possa giocare ed esprimere nel gioco la sua innata creatività è molto importante. Il gioco cambia con la crescita del bambino: cambia pertanto con l’età del nostro piccolo anche la scelta del giocattolo più adatto e più sicuro.

Ecco alcuni consigli.

Leggere l’etichetta

Non dimentichiamo mai che i giocattoli devono essere prima di tutto sicuri. Dal 2011, i giocattoli venduti in Italia e nell’Unione Europea devono riportare per legge in etichetta il marchio di conformità alle norme europee sulla sicurezza (che riguardano sia i materiali di costruzione, sia la composizione del gioco) indicato con il simbolo CE. Scegliamo sempre giocattoli che riportano in etichetta questo marchio.

Per i giocattoli costruiti prima del 2011 (magari quelli presenti in famiglia e tramandati dai genitori o dai nonni), facciamo attenzione alla qualità dei materiali e alla loro eventuali pericolosità.

Scegliere il gioco adatto per l’età del bambino

La gran parte dei giocattoli in vendita riportano in etichetta l’età consigliata. Questa viene definita in base a:

  • pericolosità del gioco per determinate fasce di età;
  • capacità del bambino di capire come utilizzarlo o di giocarvi;
  • utilità e stimolo per lo sviluppo del bambino in base alla sua età.

E’ importante scegliere un giocattolo adatto all’età:  sicuro e utile, perché progettato proprio per l’età del nostro bambino e per stimolare le sue competenze neuromotorie.

Se un giocattolo non è sicuro per una determinata categoria di bambini o per un determinato impiego, l’etichetta deve riportare le avvertenze di pericolo. Ad esempio:

  • gioco non adatto a bambini di età inferiore a 3 anni per il rischio di soffocamento;
  • gioco destinato solo all’uso domestico;
  • gioco da montare con la supervisione di un adulto ecc.

Niente oggetti piccoli per i bambini piccoli!

Il giocattolo destinato ad un bambino piccolo non deve avere dimensioni o componenti troppo piccoli, che possano essere inghiottiti o inalati, provocando il soffocamento del bambino, o infilati nelle orecchie. Ricordate che i bambini hanno una grande curiosità e immaginazione e che, quando sono piccoli, tendono a mettere tutto in bocca!

Attenti all’udito

La musica e i suoni sono molto importanti nel gioco, ma attenzione al volume; se è troppo alto può causare danni all’udito del bimbo.

No giocattoli che sparano oggetti

Sono da evitare giocattoli che sparano freccette o palline o altri oggetti. Possono provocare traumi, soprattutto agli occhi.

Pelouches di qualità

Controllate che i pelouches (e i giocattoli imbottiti in genere) siano ben fatti. Le parti di cui sono composti devono essere ben assemblate tra loro, in modo che non se ne stacchino dei pezzi. Controllate bene le cuciture e i bordi, rimuovete qualsiasi laccio o nastro che possa avvolgersi attorno al collo e soffocare il bambino. Controllate che occhi e nasi o altre piccole parti siano ben attaccati.

Meglio se il pelouche può essere lavato in lavatrice.

Materiali infiammabili

Attenzione ai giochi o agli indumenti da gioco realizzati con componenti in tessuto infiammabile: in poco tempo, per contatto con un mozzicone di sigaretta acceso o altra fiamma, possono prendere fuoco e causare ustioni!

Giocattoli di plastica sì, ma robusti

Meglio giocattoli robusti, che non presentino parti di plastica sottile, che possono facilmente rompersi.

Attenti ai materiali tossici!

Il marchio CE garantisce che i materiali di cui sono fatti i giocattoli non contengano sostanze cancerogene o tossiche (per contatto, inalazione o ingestione). Attenzione quindi ai giocattoli “vecchi”: meglio non lasciare che i bambini li utilizzino perché possono contenere sostanze tossiche (ad esempio vernici al piombo).

Giocattoli elettrici certificati

Se il gioco è azionato elettricamente, l’etichetta  riporta la conformità alle norme italiane ed europee che tutelano dal rischio di folgorazione. Occorre invece eliminare i giocattoli elettrici non conformi, per il rischio di folgorazione, incendio o ustione.

Scomparto pile a prova di bambino

Le pile, soprattutto quelle a disco (mini-pile) sono presenti in molti giocattoli. Assicuratevi che lo scomparto che le contiene non sia apribile dal bambino, in quanto se ingerite possono provocare lesioni gastrointestinali gravissime.

Se il giocattolo non viene utilizzato per qualche tempo, meglio rimuovere le pile dal loro alloggiamento: con il tempo potrebbero corrodersi e far fuoriuscire il liquido contenuto al loro interno. Attenzione: questo liquido non solo danneggia i contatti elettrici del giocattolo, ma soprattutto è molto irritante o addirittura corrosivo per la pelle (e tossico se ingerito!).

Se il bambino è allergico

La normativa italiana ed europea stabiliscono che i giocattoli non devono essere realizzati in materiali in grado di scatenare allergie. Tuttavia se il bambino è allergico, è bene valutare con il proprio pediatra quali misure di igiene è importante adottare con i pelouches che naturalmente possono ospitare acari della polvere.

Solo per gli over 12

Alcuni kit per chimici in erba contengono materiali tossici se ingeriti o per contatto con la pelle o gli occhi o che possono provocare (se combinati) ustioni o esplosioni o incendi. Vanno riservati perciò a bambini grandi, e comunque sotto la supervisione di un adulto.

Attenzione ai giochi per culla e lettino!

Non lasciate nella culla o nel lettino oggetti e giocattoli (palestrina e altri giochi appesi) che possano attorcigliarsi attorno al collo e provocare soffocamento, soprattutto quando il bambino comincia a stare seduto o a tirarsi in piedi.

Attenzione ai giochi dei bambini più grandi (se in casa ci sono dei piccoli)

Se avete figli di età diverse, fate attenzione a che i giochi dei bambini più grandi, se pericolosi, non siano alla portata dei bambini più piccoli.

Pediatra libero professionista a Bergamo. Tutor di Pediatria per il corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia – Università degli Studi di Milano Bicocca.

Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Pediatra. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica e revisione continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. amicopediatra.it non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.