​​

Amico Pediatra è un sito di informazioni complete, accurate e autorevoli sulla salute del bambino. I contenuti sono scritti esclusivamente da medici pediatri e da professionisti qualificati in ambito medico-sanitario.

Morso di ragno

ragno sulla mano di un bambino

In Italia esistono solo due specie di ragni velenosi: il ragno bruno solitario (detto anche ragno violino) e la tarantola. Mentre il primo può essere anche mortale (soprattutto in bambini piccoli), il morso della tarantola è meno pericoloso di quanto si pensi, limitandosi in genere a dare una grossa lesione sulla parte colpita.

Tutti gli altri tipi di ragno, a cominciare dal ragno domestico, o ragno comune,  sono innocui, anche se sono responsabili di molte di quelle punture apparentemente inspiegabili che i bambini spesso presentano al risveglio.

Ragno bruno solitario, o violino

Del diametro di 1 cm, 1 cm e 1/2, è marrone, ha lunghe zampe e una macchia scura a forma di violino sulla parte anteriore del corpo. E’ difficile da riconoscere.

Entro 4-8 ore, nella sede del morso compare dolore locale e si formano delle vesciche; la parte centrale appare infossata e assume un colore bluastro; in rari casi (bambini piccoli) compaiono brividi, tremori, febbre ed eventualmente stato di shock.

Cosa fare

  1. Consultate immediatamente il medico.
  2. Lavate la zona del morso con acqua e sapone.
  3. Se possibile, catturate il ragno e mostratelo al medico.

Tarantola

Ha dimensioni di 6-7 cm, è peloso, vive soprattutto nell’Italia centrale e meridionale

Sulla zona del morso sono evidenti 2 fori; solo più tardi la cute diventa dolente, bluastra, e si ulcera.

Cosa fare

  1. Consultate il medico immediatamente.
  2. Lavate la ferita con acqua e sapone.
  3. Applicate ghiaccio o impacchi freddi.

Ragno domestico, o comune

E’ di varia forma, dimensioni e colore.

Nella sede del morso, la pelle presenta una zona arrossata e più o meno gonfia a seconda della sede (tipico il gonfiore della palpebra al risveglio del bambino).

Cosa fare

  1. Applicate un cubetto di ghiaccio o del cotone imbevuto di acqua fredda.
  2. Ripulite accuratamente il letto e la camera del bimbo.
  3. Consultate il medico se:
  • la pelle forma una vescica o una macchia violacea;
  • compare una ferita che fa fatica a guarire;
  • avete qualsiasi dubbio da chiarire.

 

Pediatra di Famiglia a Bergamo (BG) – Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo, Regione Lombardia. Tutor di Pediatria per il corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia – Università degli Studi di Milano Bicocca.

Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Pediatra. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica e revisione continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. amicopediatra.it non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.