​​

Amico Pediatra è un sito di informazioni complete, accurate e autorevoli sulla salute del bambino. I contenuti sono scritti esclusivamente da medici pediatri e da professionisti qualificati in ambito medico-sanitario.

Come conservare il latte in formula

Il latte è un terreno particolarmente fertile per la proliferazione dei batteri. Ecco perché è importante seguire scrupolosamente alcune fondamentali regole igieniche non solo per la preparazione ma anche per la conservazione del latte artificiale.

Ecco cosa occorre sapere per conservare il latte artificiale in modo corretto e sicuro.

Latte formulato in polvere (da ricostituire)

  • E’ preferibile preparare il latte di volta in volta, al momento del pasto.
  • Qualora venga preparato e non venga consumato subito, può eventualmente essere conservato in frigorifero e comunque va utilizzato nelle 24 ore successive.
  • La polvere del latte artificiale e il latte ricostituito non devono essere congelati: il congelamento può alterare le caratteristiche organolettiche e nutritive del latte.
  • Se il bambino non completa il pasto, non è consigliabile conservare il latte avanzato nel biberon per il pasto successivo perché possono non essere più presenti le condizioni igieniche ottimali: i germi presenti nel cavo orale del bambino possono contaminare il latte e moltiplicarsi, anche se il latte avanzato viene conservato in frigorifero.
  • Anche durante i viaggi è bene preparare il latte solo al momento di offrirlo al bambino (è sconsigliato prepararlo anticipatamente). Se necessario, si consiglia di portare con sé un thermos contenente l’acqua alla giusta temperatura e ricostituire il latte aggiungendo la polvere solo al momento del pasto.
  • Dopo l’apertura della scatola di latte, la polvere deve essere conservata a temperatura ambiente, nella confezione originale ben chiusa, in luogo fresco e asciutto e deve essere consumata entro 10-15 giorni. Dopo due settimane dall’apertura l’eventuale polvere non utilizzata deve essere gettata.
  • Il misurino utilizzato per la ricostituzione del latte deve essere ben pulito e asciutto prima di essere rimesso nel barattolo.
  • Controllare sempre la data di scadenza del latte presente sulla confezione: se il latte ha superato la data di scadenza indicata, non deve essere utilizzato.
  • La data di scadenza si riferisce sempre al prodotto correttamente conservato.
  • Non utilizzare confezioni non integre, che presentano rigonfiamenti o che, una volta aperte, presentano un’alterazione di colore o odore o consistenza del contenuto.

Latte formulato liquido (già pronto all’uso)

  • La confezione del latte liquido, una volta aperta, deve essere conservata in frigorifero e il latte deve essere utilizzato entro 48 ore. Dopo 48 ore dall’apertura, il latte liquido non utilizzato, anche se conservato in frigorifero, deve essere buttato.
  • Il latte formulato liquido già pronto all’uso non deve essere congelato. Il latte liquido ha subito un trattamento ad alta temperatura per essere sterilizzato, prima di essere immesso in commercio: congelarlo per poi riscaldarlo potrebbe alterare le caratteristiche organolettiche del prodotto e anche le caratteristiche dei nutrienti.
  • Rispettare anche per il latte artificiale liquido le indicazioni relative alla data di scadenza e all’integrità della confezione.

Pediatra di Famiglia a Cantù (CO) - Agenzia di Tutela della Salute dell'Insubria, Regione Lombardia. Tutor di Pediatria per il corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia – Università degli Studi di Milano Bicocca.

Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Pediatra. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica e revisione continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. amicopediatra.it non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.