​​

Amico Pediatra è un sito di informazioni complete, accurate e autorevoli sulla salute del bambino. I contenuti sono scritti esclusivamente da medici pediatri e da professionisti qualificati in ambito medico-sanitario.

Come rimuovere una zecca

zecca viene rimossa dalla testa con l'utilizzo di pinzette specifiche

La zecca rimane attaccata alla pelle attraverso la sua bocca e succhia il sangue per giorni. Occorre pertanto rimuoverla. Tentativi maldestri di asportarla possono facilmente causare il distacco della testa della zecca.

Cosa fare

Per asportare correttamente una zecca:

  • utilizzate un paio di pinzette, o, in alternativa, le dita, o un filo avvolto intorno alle mascelle della zecca;
  • cercate di serrare la presa il più possibile vicino alla pelle, possibilmente in corrispondenza della testa; tirate poi lentamente ma costantemente, finché l’insetto non molla la presa. Evitate possibilmente movimenti oscillatori, che rischiano di staccare il corpo della zecca dalla testa;
  • se avete rimosso la zecca, ma la testa è rimasta attaccata, la zecca non potrà comunque più trasmettere la malattia di Lyme (patologia batterica che colpisce la cute, le articolazioni e il sistema nervoso). La testa della zecca deve però possibilmente essere rimossa con una pinzetta o un ago sterile (operando come per rimuovere una scheggia); se però l’operazione è difficoltosa, disinfettate la zona di cute interessata e lasciate perdere;
  • una volta rimossa la zecca, disfatevene rimettendola nel suo ambiente naturale, o buttandola nel water, o nella spazzatura;
  • lavate le mani e la zona della puntura con acqua e sapone.

puntura di zeccaCosa non fare

  • Non cercate di rimuovere la zecca facendola oscillare o tirandola bruscamente: favorireste il distacco della testa.
  • Non uccidete la zecca schiacciandola con le mani.
  • Non cercate di staccare la zecca cospargendola di smalto per le unghie, alcool o petrolio: si tratta di tentativi di interromperne la respirazione, destinati però all’insuccesso, perché la zecca respira solo poche volte in un’ora. Tali tentativi possono inoltre indurre nella zecca il vomito, contribuendo a mettere in circolo tossine dannose.

Pediatra di Famiglia a Bergamo (BG) – Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo, Regione Lombardia. Tutor di Pediatria per il corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia – Università degli Studi di Milano Bicocca.

Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Pediatra. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica e revisione continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. amicopediatra.it non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.