​​

Amico Pediatra è un sito di informazioni complete, accurate e autorevoli sulla salute del bambino. I contenuti sono scritti esclusivamente da medici pediatri e da professionisti qualificati in ambito medico-sanitario.

Malattia mano-piede-bocca

primo piano di mano con punti rossi sulla pelle

Cos’è la malattia mano-piede-bocca

E’ una malattia infettiva virale, molto contagiosa, dovuta a virus del gruppo Coxackie A. Colpisce prevalentemente bambini sotto i 5 anni ed è del tutto benigna.

Il contagio avviene per via orofecale: il virus, eliminato con le feci dal bambino affetto, passa nell’ambiente e da qui introdotto in bocca da una altro bambino con le mani. Non si sa se la trasmissione avvenga anche per via respiratoria.

Una volta penetrato nell’organismo, il virus vi si moltiplica, senza dare sintomi (fase di incubazione) per 3-5 giorni, poi la malattia si manifesta.

Poiché il contagio è estremamente difficile da prevenire e la malattia, del resto, è benigna, non è necessario l’isolamento per questi bambini, che possono tornare a scuola non appena la febbre scompare (per tornare al nido è necessario che anche le ulcere in bocca siano risolte).

I sintomi della malattia mano-piede-bocca

Questi i sintomi principali:

  • bocca: piccole ulcere della mucosa, leggermente dolenti;
  • mani e piedi: piccole vescicole o macchioline rosse leggermente rilevate localizzate al palmo delle mani, alle piante dei piedi e tra le dita, di solito senza prurito;
  • natiche: nel 30% dei casi vi sono vescicole e macchioline anche qui;
  • febbre lieve; talora il bambino può avere un po’ di diarrea.

Febbre e malessere scompaiono in 3-4 gg, le ulcere in bocca nel giro di 1 settimana, mentre le vescicole possono persistere anche per 10 gg. Non vi sono complicazioni: qualche problema può talora derivare dal fatto che il bambino ha difficoltà a bere per il dolore alla bocca.

Cosa fare

Non vi è una cura specifica, in quanto si tratta di una malattia virale. Tende a guarire spontaneamente.

Cercate di limitare i disturbi del bambino:

  • evitate cibi aciduli, salati, piccanti, o che devono essere masticati a lungo;
  • offrite cibi semisolidi o liquidi, preferibilmente freddi;
  • fate sciacquare bene la bocca con acqua dopo il pasto;
  • applicate in bocca delle soluzioni disinfettanti e che attenuano il dolore;
  • in caso di febbre somministrate paracetamolo secondo le abituali indicazioni e dosi.

Quando consultare il medico

Consultate il medico immediatamente se:

  • il bambino presenta i sintomi della disidratazione.

Consultate  il medico senza urgenza se:

  • il bambino beve pochissimo;
  • il dolore alla bocca è molto forte;
  • le gengive sono molto rosse e gonfie;
  • la febbre dura più di 3 giorni;
  • avete qualsiasi dubbio da chiarire.