​​

Amico Pediatra è un sito di informazioni complete, accurate e autorevoli sulla salute del bambino. I contenuti sono scritti esclusivamente da medici pediatri e da professionisti qualificati in ambito medico-sanitario.

Le cure dolci per le sindromi influenzali

bocca di bambino che sta per ingerire un medicinale

Raffreddore, influenza e sindromi simil-influenzali presentano alcuni punti in comune: sono malattie di natura virale, colpiscono l’apparato respiratorio, sono infezioni più frequenti nei mesi freddi e talvolta possono dare luogo a sintomi non specifici e simili tra loro, per quanto presentino alcune differenze significative.
L’influenza si manifesta con maggiore frequenza nel periodo che va da ottobre a marzo, mentre le sindromi simil-influenzali possono comparire sovente anche al di fuori dalla stagione più fredda: in pratica, un brusco cambiamento delle temperature in piena estate potrebbe “assicurarci” facilmente una sindrome simil-influenzale con febbre, mal di gola, rinite ecc.

I primi sintomi dell’influenza nel bambino

Nel bambino, generalmente, i primi sintomi dell’influenza e delle sindromi simil-influenzali sono inappetenza, irritabilità e spesso sonnolenza.

Riconoscere le prime avvisaglie dell’influenza nei piccoli è ancora più importante, dato che questa patologia, rispetto alle sindromi simil-influenzali, comporta una durata maggiore della febbre.

Le cure dolci

Oltre eventualmente a farmaci noti come paracetamolo e ibuprofene, personalmente consiglio di ricorrere a cure più “dolci”, quali omeopatia e fitoterapia. Uno dei farmaci più diffusi a questo proposito è Oscillococcinum ®, medicinale omeopatico utilizzato per il trattamento preventivo e sintomatico dell’influenza, delle sindromi simil-influenzali e delle virosi in genere (in particolare otiti e rino-faringiti).

bambina a letto con l'influenza si misura la temperatura

Oscillococcinum ® non presenta generalmente effetti collaterali e può essere utilizzato anche in associazione ad altre terapie farmacologiche. Per un’adeguata prevenzione dai sintomi di influenza, sindromi simil-influenzali e raffreddore, ai miei pazienti consiglio l’assunzione dell’intero contenuto di un tubo dose di Oscillococcinum ® una volta alla settimana, nel periodo compreso tra settembre e marzo. Ai primi sintomi dell’influenza e delle sindromi simil-influenzali, è bene assumere un tubo dose di Oscillococcinum ® tempestivamente, ripetendo l’assunzione ogni 6 ore fino a tre volte al giorno. Nelle prime 48 ore di sintomatologia, il medicinale produce generalmente un netto miglioramento dei sintomi e/o la loro totale remissione. Per il trattamento della sintomatologia conclamata dell’influenza e delle sindromi simil-influenzali, consiglio di assumere 2 dosi al giorno di Oscillococcinum ®, una al mattino e una alla sera, per 2-3 giorni. Nella fase acuta, questo medicinale favorisce generalmente una guarigione più rapida, completa e senza sequele, e consente di ridurre l’utilizzo di medicinali aggiuntivi. Inoltre, si può eventualmente aggiungere a Oscillococcinum ® un oligoelemento come il Rame, utilizzato nel trattamento delle affezioni respiratorie o febbrili. Suggerisco di assumere da 3 a 5 fiale al giorno di Rame per 2-3 giorni, fino al miglioramento dei sintomi. Se i sintomi persistono o peggiorano, va consultato il medico. Per i bambini più piccoli il contenuto della dose di Oscillococcinum ® può essere sciolto in poca acqua e somministrato a cucchiaini o con il biberon.

Nell’ambito di una terapia omeopatica per le virosi in genere, consiglio l’assunzione di Phosphoricum acidum 15CH e Kalium phosphoricum 30CH: 5 granuli di ciascun medicinale, la mattina e la sera, risultano infatti molto utili per migliorare sintomi quali la stanchezza e l’astenia tipici di questi disturbi.

Per favorire una convalescenza senza il rischio di complicazioni può risultare utile un medicinale omeopatico come Pulsatilla 9 CH, da assumere nella posologia di 5 granuli una volta al giorno fino a completa guarigione. Infine, ritengo che anche gli oligoelementi possano rappresentare un utile supporto nella fase della convalescenza; in particolare, potrà essere assunto l’oligoelemento  complesso Rame-Oro-Argento, nella posologia di una fiala al giorno per 15 giorni.

Pediatra esperto in omeopatia a Mel (BL)

Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Pediatra. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica e revisione continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. amicopediatra.it non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.