​​

Amico Pediatra è un sito di informazioni complete, accurate e autorevoli sulla salute del bambino. I contenuti sono scritti esclusivamente da medici pediatri e da professionisti qualificati in ambito medico-sanitario.

Come mettere la supposta al bambino

Quando serve la supposta

La somministrazione di farmaci per supposta può essere una risorsa utile nel bambino piccolo, sotto i due anni di età, e nei casi in cui sia impossibile somministrare lo stesso farmaco per bocca (ad esempio in caso di vomito). Un altro impiego delle supposte è quello lassativo, per favorire cioè l’evacuazione delle feci in caso di stitichezza.

Bisogna però ricordare che la via orale (i farmaci per bocca) è preferibile a quella rettale (i farmaci per supposta), perché l’assorbimento del farmaco somministrato per via rettale può variare considerevolmente a seconda di quanto la supposta risalga e rimanga nell’ampolla rettale (il tratto terminale dell’intestino crasso dove si accumulano le feci prima di essere espulse) senza essere espulsa e per la presenza o meno di feci nel retto.

Alcuni farmaci, come gli antibiotici, non sono infatti disponibili in forma di supposte, appunto perché non ne sarebbe sufficientemente garantita l’assunzione in dosi prevedibili e adeguate.

Ovviamente, la somministrazione di farmaci per supposta è da evitare  in caso di diarrea, di ragadi anali o emorroidi.

Come mettere la supposta al bambino piccolo

Vediamo come somministrare correttamente una supposta in un bambino piccolo.

  • Lavatevi le mani.
  • Togliete il pannolino al bambino.
  • Scaldate leggermente la supposta tenendola tra le mani, per ammorbidirne la punta.
  • Tenete sollevate le gambe del bambino, oppure ruotate di lato il bambino con una gamba distesa e una piegata.
  • Tenete la supposta tra indice e pollice, appoggiate la punta della supposta all’ano e spingete dolcemente nell’ano del bambino la supposta con l’indice. Mantenete per un po’ la pressione con l’indice in modo che la supposta non venga spinta fuori subito.
  • Tenete unite le gambe del bambino per un po’, prima di rimettere il pannolino.
  • Coccolate e distraete il bambino dalla sensazione di corpo estraneo che proverà per qualche minuto.

Pediatra di Famiglia a Bergamo (BG) – Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo, Regione Lombardia. Tutor di Pediatria per il corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia – Università degli Studi di Milano Bicocca.

Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Pediatra. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica e revisione continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. amicopediatra.it non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.