Informazioni e consigli sulla crescita e la salute del bambino,
solo da medici pediatri e professionisti qualificati.

Informazioni sulla crescita e la salute del bambino,
solo da medici pediatri e professionisti qualificati.

Quali detergenti per lavare i bambini?

La pelle svolge numerose funzioni come quella di proteggere il corpo da possibili infezioni, mantenere una buona termoregolazione e una adeguata idratazione.

Quella dei neonati e dei bambini è molto sottile e molto più delicata di quella degli adulti.

Per mantenere sana la cute dei bambini, è fondamentale detergerla con prodotti che non ne alterino il normale equilibrio lipidico.

A cosa servono i detergenti

I detergenti rimuovono lo “sporco” dalla cute, sia quello endogeno (prodotto dall’organismo, come i detriti cellulari e il sebo), sia quello esogeno (che proviene dall’esterno, come inquinamento, polvere, allergeni ecc.).

Una adeguata detersione cutanea contribuisce a mantenere la pelle libera da irritanti (come saliva, secrezioni nasali, urine, enzimi ed altre sostanze aggressive presenti nelle feci), e da microbi patogeni. L’esposizione a questi fattori, in particolare nell’area del pannolino, può causare irritazione, dolore, possibili infezioni (batteriche o micotiche), alterazione della barriera cutanea.

Detersione per contrasto

Nella  detersione per contrasto, si utilizzano detergenti (saponi solidi, saponi liquidi, saponi-non saponi) che contengono tensioattivi: con l’azione dell’acqua, i tensioattivi inglobano le particelle di sporco che vengono quindi rimosse con il risciaquo.

Detersione per affinità

La detersione per affinità avviene senza l’uso dell’acqua: con l’aiuto di un dischetto di cotone imbevuto di una sostanza grassa (come olio o latte detergente), si rimuove lo sporco in modo meccanico: per affinità, lo sporco viene inglobato nella sostanza detergente.

Entrambe le detersioni sono adatte per la pulizia della cute delicata dei bambini. Occorre però fare attenzione a quale detergente si utilizza. I “normali” detergenti (quelli non specificamente formulati per i bambini e non dermatologicamente testati) possono causare alterazione del pH cutaneo e del normale strato lipidico della pelle e causare secchezza ed irritazione della pelle.

Quali detergenti utilizzare

Un detergente ideale per la pelle dei bambini deve:

  • essere delicato,
  • avere un pH neutro o debolmente acido,
  • non irritare o sensibilizzare la pelle né gli occhi,
  • essere dermoaffine (rispettare i lipidi e gli altri fattori protettivi presenti su una pelle normale);
  • migliorare l’idratazione,
  • non contenere fragranze (profumi) aggressive per la cute.

Se la pelle è integra

Nei neonati e nei bambini con cute integra, per la detersione per contrasto possono essere usati dei saponi delicati (mild soaps) con pH neutro o lievemente acidi specificamente formulati per l’uso in età pediatrica e dermatologicamente testati. Sono generalmente in forma liquida e spesso contengono anche un emolliente. Questi detergenti hanno la capacità di rimuovere saliva, urine, sebo, feci, senza irritare la cute. Spesso contengono agenti chiamati surfattanti, molecole che hanno la capacità di permettere un legame acqua-olio, favorendo una maggiore facilità nella rimozione dello sporco e delle secrezioni, senza necessità di dover sfregare troppo la cute.

La presenza di oli vegetali, possibilmente da agricoltura biologica, contribuisce a mantenere una buona idratazione ed elasticità cutanea.

I tensioattivi di origine vegetale sono più delicati e rispettosi del normale equilibrio idrolipidico rispetto ai tensioattivi chimici.

Per la detersione per affinità (senz’acqua) si possono utilizzare preparati specificamente formulati per i bambini, a base di oli vegetali e sostanze naturali.

Tutti questi prodotti sono generalmente privi di profumo o hanno fragranze delicate, di origine vegetale.

Se la pelle è irritata o danneggiata

Nei bambini con cute danneggiata e alterazione della barriera cutanea (come nella dermatite atopica, ittiosi, eczema, psoriasi…), sono preferibili prodotti chiamati syndet (saponi non saponi o saponi sintetici) che hanno la proprietà di detergere la pelle senza seccarla, rispettando il film idrolipidico ed il pH fisiologico.

Ad ogni zona del corpo, il suo detergente

E’ consigliabile utilizzare un detergente specifico per ogni parte del corpo:

  • detergente per l’igiene intima per la pulizia durante il cambio del pannolino e per l’igiene dei genitali di bambini e bambine;
  • detergente per il corpo per le altre aree: oltre all’area del pannolino anche il volto necessita di una particolare attenzione per quanto riguarda la detersione; la sola acqua non è in genere sufficiente a rimuovere tutte le impurità.
  • detergente per i capelli per lavare capelli e cuoio capelluto.

A quali ingredienti fare attenzione

Nella scelta di un prodotto per detergere la pelle dei bambini è bene saper leggere la lista degli ingredienti. Alcune sostanze possono causare dermatite, irritazione o allergia, soprattutto nei bambini con pelle sensibile o con tendenza atopica:

  • profumi sintetici: possono causare dermatite, irritazioni e allergie;
  • parabeni: usati per favorire la stabilità dei prodotti, possono causare irritazione;
  • formaldeide: usata per limitare crescita batterica, può causare irritazioni o allergie;
  • coloranti sintetici: possono causare irritazione;
  • propilen glycole: può causare orticaria e allergie;
  • nickel: può causare dermatite da contatto;
  • 1,4 disossano: ad alte dosi, è potenzialmente cancerogeno.

Per concludere

Per proteggere la pelle del tuo bambino, scegli un detergente delicato, specificamente formulato per i bambini, dermoaffine e dermatologicamente testato.

Chiedi consiglio al tuo pediatra di fiducia, in particolare se il tuo bambino ha la pelle particolarmente delicata e sensibile, con tendenza a dermatite atopica o in presenza di irritazione o lesioni cutanee.

Pediatra di Famiglia a Santa Maria Capua Vetere (CE) – ASL Caserta – Regione Campania

Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Pediatra. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica e revisione continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. amicopediatra.it non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.