Autore:

Gianni Caso

Influenza – Vaccinazioni

17 dicembre 2016

 

La malattia

L’influenza è una malattia causata da virus.

La malattia è molto contagiosa, e si diffonde da persona a persona tramite il contatto diretto: il virus si trova infatti sia nella saliva che nel muco, e può penetrare nell’organismo attraverso le mucose (bocca, occhi, naso), con la tosse e gli starnuti.
I pazienti sono altamente infettivi soprattutto nelle 24 ore che precedono l’inizio dei sintomi fino all’acme della sintomatologia (il virus persiste comunque nelle secrezioni nasali per 7 giorni dopo l’inizio della malattia).
Possono essere infetti anche oggetti da poco contaminati da secrezioni naso-faringee.
Il periodo di incubazione è in genere di 1-3 giorni.

La malattia colpisce un elevato numero di persone, soprattutto i bambini. La diffusione della malattia risulta infatti più agevole nelle collettività, laddove sono più frequenti le occasioni di contatto e di affollamento.
Quasi sempre le epidemie si verificano nei mesi invernali, e durano 4-8 settimane.

L’influenza si manifesta di solito con febbre improvvisa, brividi, mal di testa, malessere, dolori muscolari, tosse secca. Successivamente compaiono mal di gola, raffreddore, tosse più intensa, spesso dolori addominali, nausea e vomito. La febbre dura in genere 4-5 giorni, la tosse ed il raffreddore possono persistere più a lungo.
Le complicazioni più frequenti sono le polmoniti, le miositi (infiammazioni dei muscoli), e i disturbi del sistema nervoso.

Essendo una malattia virale, non esistono cure specifiche: si utilizzano farmaci antifebbrili (generalmente a base di paracetamolo), e rimedi per ridurre i disagi legati ai disturbi respiratori.
Solo in presenza di complicazioni il medico può prescrivere una terapia antibiotica.
Sono inoltre consigliati un’alimentazione leggera, ricca di liquidi, ed il riposo.

E’ consigliabile che i bambini con influenza tornino a scuola quando sono sfebbrati da almeno 48 ore, ed in buone condizioni generali.

Pages: 1 2 3

Se volete approfondire un argomento, utilizzate il nostro motore di ricerca, che vi proporrà tutti gli articoli di amicopediatra.it in cui l'argomento è trattato.



Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Pediatra. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica e revisione continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. amicopediatra.it non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.