Informazioni e consigli sulla crescita e la salute del bambino,
solo da medici pediatri e professionisti qualificati.

Informazioni sulla crescita e la salute del bambino,
solo da medici pediatri e professionisti qualificati.

Le regole per una nanna sicura

Neonato dorme a pancia in su

Per ridurre il rischio di SIDS (la Sindrome della Morte improvvisa del lattante, comunemente conosciuta come “morte in culla”) e per evitare il rischio di incidenti durante il sonno, è importante rispettare alcune semplici regole.

Se hai un bambino da 0 a 12 mesi, è fondamentale seguire queste indicazioni per assicurare al tuo bambino una nanna sicura.

A pancia in su

Il piccolo deve essere in posizione supina, cioè a “pancia in su” durante il sonno. La posizione a pancia in su è sicura anche in caso di rigurgiti.

In camera con i genitori…

La culla deve essere nella stessa stanza dei genitori, almeno per i primi sei mesi di vita.

…ma non nel lettone con i genitori

Dormire nel letto dei genitori (cosleeping o bed sharing) – per quanto sicuramente pratico in particolare in caso di allattamento al seno, – è sconsigliato per il rischio più elevato di soffocamento involontario, in particolare in caso di genitori che usano alcuni farmaci, sono fumatori o obesi, ed in caso di bambini pretermine o di basso peso.

Nel caso si scelga comunque di condividere il letto con il proprio piccolo, andrebbero evitati cuscini e coperte pesanti che possono involontariamente provocare soffocamento.

Nulla nella culla

Non tenere nulla nella culla o nel lettino:

  • niente cuscino,
  • niente coperte o lenzuola libere,
  • niente giocattoli di pelouche,
  • niente paracolpi.

Materasso rigido

Il materasso deve essere sufficientemente rigido e aderente alle pareti della culla o del lettino (in modo che il piccolo non possa incastrarsi involontariamente tra il materasso e le pareti della culla o del lettino).

Il coprimaterasso deve essere ben aderente al materasso.

Culle e lettini a prova di bambino

Assicuratevi che la culla o il lettino nel quale fate dormire il vostro piccolo siano a norma: lo spazio tra le sbarre non deve consentire il passaggio della testa del bambino.

Testa sempre libera (con il sacco nanna)

Usare preferibilmente un sacco nanna oppure lenzuola e coperte non molto pesanti e ben rimboccate all’altezza del torace: la testa deve essere sempre libera!

Con i piedi sul fondo della culla

Posizionare il piccolo nella parte bassa della culla (i piedi devono toccare il fondo della culla).

Non troppo caldo nella stanza

Mantenere sempre una temperatura della stanza non elevata. La temperatura ideale è attorno ai 20-22 gradi.

Niente cappellini o cuffiette

Non coprire la testa con cappellini o cuffiette: se il piccolo è adeguatamente coperto, non ne ha bisogno (anche se è pelato).

Vietato fumare!

Non fumare mai nella camera in cui dorme il bambinomai in sua presenza. Il divieto di fumare dovrebbe comunque essere esteso a tutta la casa, anche quando il piccolo non è presente. Per le mamme in attesa, è utile ricordare che è necessario NON fumare mai e non esporsi al fumo passivo durante la gravidanza.

Niente sonno su poltrone e divani

Non addormentatevi con il piccolo in braccio su poltrone, divani o sofà: durante il sonno il piccolo potrebbe cadervi inavvertitamente dalle braccia.

Ciuccio sì, ma non legato

Il ciuccio può essere usato una volta che l’allattamento al seno è ben avviato o già dai primi giorni di vita in caso di allattamento artificiale: il ciuccio infatti è uno dei fattori che riducono il rischio di SIDS. Il ciuccio però non deve mai essere legato al collo, al polso o alla tutina (con clip, cordicelle o catenelle) per il rischio di soffocamento.

Su un fianco, ma con il cuscino nanna sicura

Per i bambini cui il pediatra abba prescritto di dormire un un fianco (ad esempio in caso di plagiocefalia, cioè della testa più schiacciata da un lato) è necessario utilizzare il cuscino “nanna sicura”, un dispositivo che consente di mantenere il bambino nella posizione desiderata, evitando che possa girarsi in posizione prona (a pancia in giù).

Pediatra di Famiglia a Santa Maria Capua Vetere (CE) – ASL Caserta – Regione Campania

Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Pediatra. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica e revisione continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. amicopediatra.it non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.