​​

Amico Pediatra è un sito di informazioni complete, accurate e autorevoli sulla salute del bambino. I contenuti sono scritti esclusivamente da medici pediatri e da professionisti qualificati in ambito medico-sanitario.

Come prevenire gli incidenti domestici dei bambini da ustione

bambino con cappello osserva il fuoco della griglia

Cos’è l’ustione

Le ustioni sono lesioni della pelle (ma talora anche della mucosa respiratoria e gastroenterica) causate dal contatto con qualcosa di eccezionalmente caldo.

Tra gli incidenti, le ustioni rivestono particolare importanza, in quanto:

  • sono tra i più frequenti;
  • frequentemente provocano cicatrici permanenti e deturpanti;
  • possono essere mortali.

Il bambino, in particolare:

  • è particolarmente esposto al rischio di ustione;
  • è particolarmente esposto, in caso di ustione, a conseguenze gravi.

Le ustioni si verificano in genere in casa, spesso in presenza degli adulti; sono più soggetti i bambini di età inferiore a 4 anni, ma tutte le età possono essere colpite.

Nella tabella sono riportati i vari meccanismi con cui un bambino può ustionarsi e i relativi provvedimenti per prevenirli.

Causa Come prevenire
Fiamma
  • Tenete sempre d’occhio i bambini intorno a qualsiasi fuoco.
  • Tenete lontani dai bambini gli accendini (anche un bambino di 2 anni può accenderlo girandolo a testa in giù e schiacciandolo sul pavimento), i fiammiferi, apparecchi elettronici malfunzionanti, scintille dal camino e liquidi infiammabili.
  • Rinunciate al fumo o, se proprio non ci riuscite, state attenti a non lasciare in giro mozziconi accesi (sono la principale causa di incendio nelle abitazioni!) o anche spenti (rischio di avvelenamento).
  • Scegliete per il bambino pigiami in tessuto non infiammabile (cotone, ad esempio; non fibre sintetiche!).
  • Non posizionate molto vicino al letto una lampada o una lampadina su cui il bambino possa appoggiare fogli di carta o pezzi di tessuto.
  • Non lasciate giocattoli vicini a fonti di calore (stufe o stufette, fiamma del gas o del camino).
  • Non arredate la stanza del bambino con materiali sintetici, facilmente infiammabili, soprattutto se esistono nel locale stufe o stufette.
  • Installate in ogni piano un rivelatore di fumo: “sentono” il fumo molto prima del vostro naso! Controllatene il funzionamento di frequente.
  • Tenete in casa un piccolo estintore a schiuma, del tipo di quelli per le auto.
  • Istruite il bambino su cosa fare in caso di incendio: ditegli di non nascondersi, ma di scappare fuori.
  • Controllate periodicamente gli apparecchi elettrici della casa.
Liquidi bollenti
  • Non bevete né maneggiate mai nulla di caldo mentre avete in braccio il bambino o mentre il bambino vi gironzola intorno (mettetelo nel seggiolone o nel box o nell’infant-sit o sdraietta).
  • Applicate ai bordi del piano di cottura le recinzioni protettive disponibili in commercio.
  • Evitate di incassare il piano di cottura sopra mobiletti a cassettiera (il bambino vi si può arrampicare).
  • Tenete i liquidi caldi (caffè, tè, cioccolata, olio, latte, minestre, acqua calda del rubinetto) e le padelle lontani dal bordo del tavolo.
  • Regolate il boiler ad una temperatura inferiore a 55° C (o al livello medio-basso): temperature più elevate possono causare ustioni in 2-3 secondi!
  • Tenete sempre d’occhio il bambino nella vasca da bagno; non consentite al bambino piccolo di toccare i rubinetti.
  • Controllate sempre la temperatura del latte del biberon prima di offrirlo al bambino.
  • Se scaldate il latte col forno a microonde, miscelatelo a lungo e controllatene comunque la temperatura.
Contatto
  • Tenete lontano dalla portata del bambino qualsiasi oggetto molto caldo (forno, ferro da stiro, stufa, lampade, tostapane, barbecue, ferro per arricciare i capelli, pentole, umidificatori a vapore caldo, cinghie o fibbie scaldate dal sole, superfici metalliche dei giochi all’aperto, accendino auto, tubi di scarico roventi).
  • Preferite gli umidificatori a freddo; se usate gli umidificatori a vapore caldo, poneteli in un punto non raggiungibile dal bambino.
  • Quando parcheggiate l’auto al sole, coprite il seggiolino con un fazzoletto o una tovaglietta; controllate sempre la temperatura delle fibbie prima di riporre a sedere il bambino.
Elettricità
  • Installare l’interruttore differenziale, o salvavita.
  • Coprite tutte le prese con i coperchietti di plastica (copriprese per l’infanzia).
  • Staccate la spina degli apparecchi elettrici quando non li usate.
  • Tenete lontani dai bambini piccoli i cavi elettrici: potrebbero morderli e così ustionarsi bocca e labbra!.
  • Insegnate al bambino a non azionare lampade o apparecchi elettrici quando ha le mani bagnate o sta su una superficie bagnata.
  • Insegnate al bambino a non toccare un apparecchio elettrico (rasoi, asciugacapelli, stufette elettriche), anche se spento, mentre sta nella vasca da bagno! Insegnategli anche a non maneggiare mai un apparecchio elettrico, anche se spento sopra un lavandino pieno d’acqua.
  • Dite al bambino di evitare gli specchi d’acqua, gli alberi e i piani alti, gli oggetti metallici, durante un temporale.
Esplosione
  • Proibite l’uso dei fuochi artificiali ai bambini piccoli. Considerate inoltre che, consentendo a quelli più grandi di utilizzarli sotto la vostra supervisione, li esponete comunque, oltre che al rischio di ustione, al rischio di perdita della vista!
  • Tenete lontano dai bambini apparecchi vecchi e non sottoposti ad adeguata manutenzione.
Sostanze chimiche
  • Tenere lontano dal bambino alcali, acidi, soda caustica o altri liquidi corrosivi.
Radiazioni ultraviolette
  • Evitate l’esposizione al sole nelle ore più calde delle giornata (dalle 12 alle 16) e comunque utililizzate sempre creme protettive ad alta protezione, in particolare in alta montagna o al mare.
Gas o vapore bollente
  • Utilizzare umidificatori a freddo; se si utilizzano quelli a vapore caldo, metterli in punti non raggiungibili dal bambino.
  • Durante un suffumigio, non fate avvicinare troppo la faccia del bambino al getto del vapore.