Informazioni e consigli sulla crescita e la salute del bambino, scritti esclusivamente da medici pediatri e professionisti qualificati.

Cosa contiene il latte in formula

Il latte materno è l’alimento perfetto per il neonato. L’Organizzazione Mondiale della Sanità e le Società Scientifiche italiane e internazionali consigliano l’allattamento esclusivo al seno nei primi sei mesi e la prosecuzione dell’allattamento materno anche dopo lo svezzamento, per tutto il primo anno di vita (e anche oltre, se la mamma e il piccolo lo desiderano).

Quando l’allattamento al seno non è possibile, il latte in formula è l’alimento che più si avvicina alla composizione del latte materno.

latti in formula sono il risultato di anni di ricerche che li rendono alimenti sicuri e completi, in quanto contengono tutti i  nutrienti necessari per la crescita del tuo bambino, nelle giuste proporzioni.

Da 0 a 6 mesi il latte si utilizza il latte in formula tipo 1; da 6 a 12 mesi si utilizza il latte in formula di proseguimento (o tipo 2)

Ma cosa contiene esattamente il latte in formula?

Gli ingredienti del latte in formula

I latti in formula hanno generalmente come ingrediente principale il latte di mucca. 
In commercio sono disponibili anche latti di origine vegetale (ad esempio il latte di soia) che potranno essere prescritti  dal pediatra in situazioni particolari.

La composizione iniziale di questi latti viene modificata per avvicinarli il più possibile a quella del latte materno soprattutto per quanto riguarda  il contenuto dei macronutrienti  (che sono i carboidrati, le proteine e i grassi) e dei micronutrienti (che sono le vitamine e i sali minerali).

Alcuni latti in commercio vengono arricchiti con elementi aggiuntivi come prebiotici, probiotici e nucleotidi.

Ora analizziamo insieme più in dettaglio le componenti citate e le loro funzioni.

Carboidrati (o zuccheri)

I carboidrati servono innanzitutto a fornire energia utilizzabile in tempi brevi.

Il lattosio (come nel latte materno) è il carboidrato contenuto in maggiore quantità nei latti  prodotti che hanno come base di partenza il latte vaccino mentre è assente in quelli vegetali. Altri carboidrati che possono essere aggiunti sono il maltosio e le maltodestrine.

Grassi

I grassi sono una preziosa riserva energetica ed fanno parte di importanti strutture del corpo del bambino.

Per aumentare l’apporto di acidi grassi insaturi  (i cosiddetti “ grassi buoni” ) vengono utilizzati oli vegetali come l’olio di soia, di girasole, di cocco o di colza.

Il DHA (acido docosaesaenoico) e l’ ARA (acido arachidonico) sono i grassi di origine animale utilizzati nei latti in formula; sono presenti anche nel latte materno e  sono  molto importanti per lo sviluppo del sistema nervoso e di alcune strutture  degli occhi del neonato.

Proteine

Le proteine sono il materiale fondamentale per la costruzione della pelle, dei muscoli e degli organi interni.

La proporzione delle componenti proteiche dei latti in formula viene modificata in modo da renderla uguale  a quella del latte materno.

Le proteine del siero, che sono più digeribili, rappresentano infatti la componente proteica principale nei latti derivati dal latte vaccino (in cui sono presenti  in minore anche quelle della caseina che sono un po’ meno digeribili).  

I latti vegetali contengono proteine derivate dalla soia o dal riso.

Vitamine

Le vitamine sono fondamentali per attivare alcune funzioni delle cellule del nostro corpo.

Le vitamine maggiormente presenti nei latti in formula sono:

  • vitamina C (acido ascorbico) che è necessaria per favorire l’assorbimento del ferro e svolge un’azione protettiva nei confronti della membrana delle cellule;
  • vitamina B5 (acido pantotenico ) è coinvolta nei meccanismi di protezione di pelle e capelli; previene la stanchezza; favorisce la cicatrizzazione;
  • vitamina A (retinolo) attiva il sistema immunitario contro malattie e infezioni, specialmente polmonari, agevola la guarigione delle ferite, aiuta la vista con la luce crepuscolare, ha azione protettiva sulla pelle;
  • vitamina B6 (piridossalfosfato) contribuisce alla formazione degli ormoni e dei globuli bianchi e rossi e alla formazione della serotonina (che ha importanti funzioni nel regolare l’umore, il sonno, l’appetito, la memoria e la capacità di concentrazione), stimola il sistema immunitario;
  • vitamina B9 (acido folico) è anche fondamentale per la sintesi delle proteine e del DNA nonché per la formazione dell’emoglobina.
  • vitamina B12 attiva funzioni riguardanti la formazione dei globuli rossi e bianchi, è necessaria per sintetizzare il DNA, il materiale genetico che è presente in tutte le cellule, interviene nella creazione della guaina mielinica che avvolge i nervi, serve a rigenerare i tessuti che compongono capelli e unghie;
    vitamina D regola il metabolismo del calcio e ne facilita la fissazione a livello osseo, favorisce la mineralizzazione dei denti e svolge altre importanti funzioni;
  • vitamina K è importante nei meccanismi che regolano la coagulazione del sangue;
  • vitamina E ha una potente azione antiossidante

Sali minerali

I sali minerali  partecipano alla costruzione dei denti e delle ossa, alla formazione dei globuli rossi, contribuiscono al mantenimento di una corretta idratazione  e all’equilibrio di importanti funzioni metaboliche.

I latti in formula vengono arricchiti di ferro (di cui il latte vaccino è particolarmente povero) che è fondamentale per prevenire l’anemia provocata da una sua carenza. Sono presenti inoltre calcio, potassio, sodio, magnesio, zinco, rame, iodio, selenio e altri.

Altri elementi

Alcuni latti in formula contengono anche altri elementi.

Prebiotici: sono carboidrati complessi non digeribili (fibre) presenti  in abbondanza nel latte materno e  hanno il compito di favorire la crescita di alcuni batteri benefici della flora intestinale.
In alcuni latti formulati sono presenti sotto forma di FOS (frutto-oligosaccaridi) e di GOS (galatto-oligosaccaridi) e svolgono funzioni positive  per il tratto gastrointestinale e il  per il sistema immunitario.

Probiotici: appartengono a questa categoria batteri vivi normalmente presenti nella flora intestinale dove svolgono importanti funzioni digestive e di ostacolo alla crescita di microrganismi che possono causare malattie.

Nucleotidi: sono i mattoni che costituiscono gli acidi nucleici  DNA  e RNA  presenti in ogni singola cellula.  Oltre ad essere una preziosa riserva di energia i nucleotidi  usati come integratori dei latti in formula favoriscono lo sviluppo del sistema immunitario e del tratto gastrointestinale.

Per concludere

  • Il latte materno è sempre l’alimento migliore per il tuo bambino.
  • Nel primo anno di vita, quando l’allattamento al seno non è possibile e sentito il parere del pediatra, il latte che più si avvicina al latte materno è il latte in formula.
  • Rivolgiti sempre al tuo pediatra per valutare se sia necessario utilizzare il latte in formula e, nel caso, per scegliere quello più adatto al tuo bambino.

Allatti il tuo bambino al biberon? Ecco alcuni consigli per te!

Pediatra Libero Professionista a Cantù (CO). Tutor di Pediatria per il corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia – Università degli Studi di Milano Bicocca.

Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Pediatra. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica e revisione continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. amicopediatra.it non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.